mercoledì 2 maggio 2012

DETERSIVO PER I PIATTI FATTO IN CASA



Finalmente l'ho rifatto. La prima volta avevo seguito una ricetta molto simile a quella fatta di recente ma con una variante che non mi aveva permesso una simile cremosità come quella ottenuta questa volta. Ormai son 2 settimane che non utilizzo altro che questo detersivo e quindi ritengo di poterlo postare per consigliarlo alla gente che passa di qua.
Preparare da sé i vari prodotti per la pulizia non è solo divertente, anche se quando di tempo ce n'è poco mi rendo conto che il divertimento per le autoproduzioni va svanendo. L'autoproduzione per me vuol sempre più dire scelta di vita. La motivazione che mi spinge vergo questa direzione sia per quanto concerne l'alimentazione che la pulizia della casa e della persona è duplice: la voglia di cose sempre più sane e naturali ed il desiderio di ridurre il più possibile imballaggi e contenitori altamente inquinanti.
Comprando solo materie prime di qualità i prezzi vanno diminuendo e la realizzazione di prodotti permette non solo il risultato di un prezzo abbordabile ma anche un impatto sul territorio ridotto di rifiuti.
Dopo aver letto il libro di Stefano Montanari: Rifiuto, Riduco e Riciclo, e letto qua e là in merito ai rischi che corriamo a causa della continua produzione di rifiuti, mi sono resa consapevole delle mie scelte di vita, in ogni settore. Ovviamente non si può autoprodurre tutto da sé, almeno se si ha un lavoro di 8 ore al giorno, una casa a cui badare, un compagno di vita ed alcuni hobby; ma tanto, di volta in volta, si può fare. Il segreto sta a mio parere nel fare una cosa nuova ogni volta, in modo da imparare sempre cose nuove e stimolarsi continuamente. Questa settimana produco il detersivo per i piatti ed il gel per capelli, la settimana prossima il seitan ed il latte di soia...... Importante è che alla prima produzione ci si attenga a quelli che sono dei quantitativi prova, in modo da valutare se il risultato è secondo le aspettative sia personali che di utilizzo e poi, una volta acquisito il metodo e soddisfatti dall'utilizzo precedente, si proceda con quantitativi maggiori che durino per più tempo lasciandoci spazio per alcune settimane per altre autoproduzioni.
Eccomi quindi con la ricetta per il detersivo per i piatti al limone. Un'autoproduzione semplicissima e pure abbastanza rapida. La casa inoltre si profuma di limone durante la cottura del detersivo, non male come contropartita!!!!

Questa ricetta l'ho presa pari pari dallo splendido libricino "Pulizie Creative" di Elisa Nicoli, una vera chicca per l'autoproduzione e per lo stimolo ad essa.


DETERSIVO PER I PIATTI AL LIMONE FATTO IN CASA
4 limoni bio
400 ml di acqua del rubinetto
200 gr di sale grosso
100 ml di aceto di vino bianco
facoltativo: un pò di detersivo per piatti bio

Lavate i limoni e tagliateli a pezzetti eliminando solo i semini (che potreste provare a piantare). Metteteli in un frullatore ed unite il sale grosso. Frullate il tutto molllltoooo finemente.
In una pentola di acciaio versate il frullato di limoni, tutta l'acqua e l'aceto. Portare a leggera ebollizione e, rimestando spesso, lasciate sobbollire per almeno 10 minuti.
Una volta spento il gas frullate il composto con un minipinner. Il risultato ottenuto sarà un profumatissimo e molto cremoso detersivo.
Lasciatelo raffreddare leggermente e mettetelo in un recipiente. Si conserva per alcuni mesi.
Io ho lavato un vecchio dispenser ormai esausto e l'ho riutilizzato.
Non creando schiuma può risultare un pò strano all'inizio lavare i piatti con questo detersivo. Alcuni consigliano di unire a questi detersivi casalinghi un pò di detersivo tradizionale per piatti bio, almeno per il periodo di utilizzo iniziale. Questa unione permettere di abituarsi con maggior facilità alla diminuzione di schiuma, che non è cosa da sottovalutare nell'approccio iniziale! per questo motivo ho messo tra gli ingredienti pure la postilla del detersivo facoltativo.

Per coloro che non sempre utilizzano i guanti, come me, è un'ottimo rimedio, non secca la pelle.

33 commenti:

  1. Be! Davvero interessante! Non sapevo fosse così semplice prodursi in casa il detersivo e con prodotti naturali che utilizziamo comunque ogni giorno.
    Fino ad oggi ho cercato di dare il mio contributo per diminuire l'impatto degli inquinanti riducendo al minimo la quantità di questi prodotti, tipo anche il dentifricio (non serve stenderlo su tutto lo spazzolino, ma dicono gli esperti che ne basta poco, tanto quanto una lenticchia!). Ma tu sei moooolto più avanti di me! Brava!

    RispondiElimina
  2. wow, che proposta interessante! io uso da anni detersivi bio e mi trovo benissimo, ma mai avrei pensato che si potessero produrre in casa...
    i limoni vanno frullati con tutta la buccia vero?
    grazie, ci provo e ti faccio sapere :)

    RispondiElimina
  3. @ SpirEat. Grazie ad internet si scoprono cose interessantissime, il bello è che molte sono alla portata di tutti :)

    @ Cristina. La buccia dei limoni va frullata, elimina solo i semini. Attendo tue notizie in merito al tuo detersivo. Io ne voglio preparare altro per regalarlo a qualche amica, in modo da diffondere sempre più l'idea che basta poco per salvaguardare l'ambiente :D

    RispondiElimina
  4. Wow.. ho appena scoperto il tuo blog e questo post è davvero interessantissimo!!!!!! E' da un po' di tempo che vorrei provare, anche perchè sono allergica a molti detersivi in commercio... prendo appunti, grazie!!

    RispondiElimina
  5. Sei grande!!! Concordo con le tue parole e con il tuo spirito!!! ... Mi son segnata il libro e pure questo detersivo!!! Grande condivisione!

    RispondiElimina
  6. ciao Sorriso grazie per questa nuova scoperta, ormai fai tutto in casa complimenti, spero tutto bene, buona settimana rosa baci:))

    RispondiElimina
  7. Ciao Sorriso, sono una new entry,ho appena fatto il tuo detersivo per piatti,il profumo è ottimo, mi sembra un pò troppo denso , deve essere così ? voglio provare senza aggiungere il liquido per piatti che si compra...
    complimenti per il tuo blog .Ciao Teresa

    RispondiElimina
  8. @ Anonino Teresa. Ciao, ben arrivata :D
    Risulta denso e piacevolmente profumato. Io non metto mai il detersivo acquitato, lava ugualmente molto bene. Abbi solo la pazienza di abbituartici, vedrai che poi lo utilizzerai sempre. Inoltre non ti rovina le mani.
    un Sorriso...

    RispondiElimina
  9. Ciao Sorriso, grazie per avermi risposto,lo sto usando,mi piace moltissimo!!!!Solo che l'ho messo in una bottiglia di vetro e fa un pò fatica ad uscire,posso farlo un pochino più liquido ? magari mettendo un pò più di aceto ?
    Ciao e grazie.
    Un sorriso e un saluto.
    Teresa
    PS:non vorrei usare contenitori in plastica

    RispondiElimina
  10. @ Anonimo Teresa. Figurati che io la prima volta l'avevo messo in un dosatore tipo sapone liquido. Non usciva nulla!!
    La ricetta l'ho presa pari pari dal libro "pulizie Creative" ed io non l'ho mai modificata, anche se penso che un pò più di aceto non sia cosa negativa. Magari prendi una bottiglia con un'imboccatura un pò più larga, ve ne sono molte in giro. Anche io ne utilizzo una di reciclo.

    RispondiElimina
  11. Grazie mille,
    Ciao Teresa

    RispondiElimina
  12. sono molto tentata di fare la tua ricetta. io ogni volta che uso il detersivo piatti quello in comercio, mi lascia le mani secche e devo sempre usare poi una crema mani. il limone ed aceto dici che non secca le mani ???? grazie in anticipo, e visto che da poco sono passata anche io a "fai da te " in quasi tutto penso di provarlo.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il limone lascia le mani morbide, io lo utilizzo anche come crema proprio per le mani. Ti assicuro che con questa ricetta le tue mani saranno maggiormente protette. Ovviamente sarebbe buona regola utilizzare i guanti quando si lavano i piatti, ma pure io pecco in questo caso! Provalo e fammi sapere. E' veramente semplicissimo da preparare ed il profumo invoglia!

      Elimina
  13. Ciao è la prima volta che leggo il tuo blog è devo dire molto interessante! Ho provato a utilizzare qst detersivo anche se avevo solo 3 limoni in casa, inizialmente un risultato strepitoso, solo che ho avuto un problema con delle pentole molto unte, pensi che possa dipendere dal fatto che manchi un limone? e poi scusa l'ignoranza ma in base alla tua esperienza ritieni che possa stare tranquilla in fatto di igiene (ho una bimba piccola)? Grazie Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, ti ringrazio per la visita al mio blog!
      L'aceto ed il bicarbonato già da soli fanno il loro bel lavoro per questioni di igiene. Io disinfetto tutta la casa con sola acqua ed aceto, il bagno lo pulisco con il bicarbonato. Mi sento tranquilla a suon di pulizia ed igiene.
      Se hai prodotto il detersivo con 3 limoni grandi possono bastare, altrimenti consumalo tutto e la prossima volta preparalo secondo le istruzioni (comprendo la voglia di fare tutto subito anche se non si hanno proprio tutti gli infredienti a disposizione!!!).
      In caso di pentole particolarmente unte puoi ogni tanto utilizzare un classico detersivo per i piatti (fai però che sia di tipo bio). O se vuoi essere più tranquilla metti qualche goccia di questo detersivo classivo nel tuo detersivo al limone (anche se a mio parere se ne può fare a meno).
      Soprattutto per la bimba opterei a lavarle tutto con solo il detersivo di limone in modo da non lascirle alcun residuo chimico su tutto ciò che lei utilizza. Ad una amica che ha una figlia io ho regalato questo detersivo ed è stata contenta proprio perché, a detta sua, più sicuro!
      un Sorriso...

      Elimina
    2. Ti ringrazio tanto per la tua velocità nel rispondermi, anche perchè devo dire che qst cosa mi preoccupava molto, avevo proprio bisogno di essere rassicurata!!:) Sai com'è quando si è alle prime armi!? e dopo essere sempre stata abituata ad usare e comprare prodotti classici... comunque ho deciso di cambiare e non voglio tornare indietro! Infatti non voglio mischiare prodotti acquistati (anche se bio) con quelli fai da te, anche per il piacere di produrre qcs di assolutamente naturale, a meno che non manchi l'igiene. Attendevo solo qualcuno che mi dicesse "si funziona, stai serena!!" :) Tu da quanto tempo sei passata al fai da te naturale se posso chiedertelo?
      Grazie Grazie Grazie l'esperienza conta tantissimo!!!! Maria

      Elimina
    3. Io non sono un'esperta e non mi permetto di definirmi tale, sono una semplice massaia che ama vivere in un modo sempre più naturale. Tutto quello che pubblico come ricette le ho provate un certo periodo di tempo io in primis e le annoto su questo blog per ricordarmi gli ingredienti ed i procedimenti, ho la memoria molto corta, ed anche per consigliare a chi come me ama l'arte dell'arrangiarsi oltre che desidera vivere in modo più semplice e fuori dai soliti schemi. Questa è una precisazione dovuta. :)
      Sin da quando sono piccola i miei mi hanno abituata alla medicina naturale per varie cure, oltre che all'idea che vi siano altre soluzioni più "terra terra" rispetto a quelle pubblicizzate alla tv. Questo mi ha permesso di avvicinarmi alle autoproduzioni con estrema semplicità, sia quelle culinarie che di igiene personale e della casa. Alcune soluzioni le applico da poco, solitamente in ogni post è indicato a grandi linee qualcosa in merito. Diciamo che la svolta l'ho avuta nel 2009 quando ho iniziato la mia convivenza con il mio compagno, la voglia di fare la donna di casa e la mogliettina salutista ha creato stimoli a catena.
      L'igiene deve sempre esserci, soprattutto quando si producono alcune cose è bene utilizzare strumenti ben puliti e piani di lavoro altrettanto disinfettati, ammetto comunque che io non sono una maniaca della pulizia, a mio parere con il troppo pulito si rischia di più in termini di difese immunitarie.
      Nel mio piccolo se ti posso essere d'aiuto sono a disposizione. Nel web trovi comunque tanti ottimi consigli, ovviamente valuta bene le fonti.

      Elimina
    4. Ti ringrazio ancora tanto perchè è molto importante che qualcuno come te abbia voglia di condividere, e possiamo tranquillamente dirlo, trasmettendo quello che impara insegna a chi come me ha bisogno di essere incoraggiata. Contiuerò sicuramente a seguirti!
      Maria

      Elimina
  14. Ottimo! Ho seguito la ricetta che hai indicato tu (senza detersivo) e mi trovo molto bene. dopo due settimane di utilizzo quotidiano credo di poterlo dire con tranquillità. Ciò che voglio segnalare è che io lo uso in LAVASTOVIGLIE. Due cucchiai nella vaschetta sostituiscono benissimo la terribile polvere! Col trucco, in caso di stoviglie particolarmente incrostate di aggiungere nell'incavo dello sportello, bicarbonato e aceto (poco bicarbonato e possibilmente a parte perché a contatto schiumano).
    Visto l'approssimarsi del Natale ho preparato qualche bottiglietta da regalare agli amici, corredata di ricetta perché possano continuare la produzione da soli... chissà mai che riesca a fare proseliti.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, mi fa un sacco piacere che la ricetta sia di tuo gradimento e che ne fai pubblicità, oltre che la utilizzi come regalo! Io non ho la lavastoviglie ma effettivamente diverse persone a cui ho regalato questo detersivo lo hanno subito utilizzato in lavastoviglie soddisfatte del risultato. Meglio di così!!! :D
      Grazie per gli auturi! Contraccambio con tanto piacere!
      Sorriso...

      Elimina
  15. Grazie mille per la condivisione dei tuoi tesori!
    Il primo consiglio che ho seguito è stato: un prodotto alla volta!
    E' molto tempo che desidero dedicarmi alla produzione fai da me, ma un po' la pigrizia, un po' l'idea di cambiare 50.000 abitudini tutte insieme mi sembra sempre un'impresa da dover stare a casa almeno una settimana tra pentolone della strega, alambicchi, polveri e oli. 8(

    E invece con uno o due prodotti la settimana, sa di fattibile, senza l'ansia di voler fare tutto e subito. Grazie! :D
    Così inizio dal detersivo per i piatti e l'impacco per i capelli (uno per cenerentola e l'altro per cenerentola al ballo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, la voglia di fare tutto subito prende spesso anche me, ma il tempo scandisce i nostri desideri e piaceri. Lavorando tutto il giorno è impossibile arrivare ovunque ma importante è fare qualcosina ogni tanto. Io ad esempio per il sapone ho iniziato aprodurne in quantità elevate e conservarlo in barattoli di vetro sterilizzati. Mi permette di abbassare i costi (lo faccio quando i limoni li trovo a prezzi ridotti) ed il tempo.
      Grazie per le tue visite!
      Buona autoproduzione!!!
      un Sorriso...

      Elimina
  16. Ciao, sono Daniela e ti ringrazio mille per questa ricetta.
    Ho fatto questo detersivo più volte, ma non sono soddisfatta purtroppo perché sulle stoviglie resta una patina d'unto.
    qualche consiglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, siamo omonime:D
      prova a mettere un pò di detersivo acquistato (consiglio quello bio) in quello autoprodotto. Dovrebbe bastarne poco e darti subito il risultato desiderato.
      Io solitamente non mischio mai i detersivi ma quando devo lavare qualcosa di molto unto, rarissimamente friggo, mi capita di utilizzare direttamente il detersivo acquistato.
      Ovviamente il risultato dipende dal tipo di superfice da lavare e dall'ammollo. Se vuoi prova ad aumentare anche un pò la quantità di aceto a discapito di quella di acqua.
      Fammi sapere,
      sorriso...

      Elimina
  17. Grazie e complimenti, proverò al più presto questo detersivo!

    RispondiElimina
  18. Grazie per i preziosi consigli!!!

    RispondiElimina
  19. Ciao! Ti ringrazio per questa utilissima ricetta. L'ho iniziato a usare circa un mese fa e mi trovo benissimo, senza aggiungere detersivi acquistati. Meno agenti chimici e confezioni vuote inutili nell'ambiente, per non parlare dei benefici per la nostra salute. Grazie mille davvero!

    RispondiElimina
  20. Grazie mille per aver postato questa ricetta, corro subito a prepararla!! Mi sto convertendo all'autoproduzione, e questa dei detersivi e la prossima fase. Metterò il tuo blog nei miei preferiti e spero di trovare altre ricette interessanti!
    Una domanda, si potrebbero usare le arance al posto dei limoni per variare profumazione? Grazie ancora e continua così!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grazie per la Visita!! Mi fa piacere che questa ricetta sia tanto apprezzata :D
      In merito al limone non è messo a caso ma è utilizzato per la sua capacità sgrassante, quindi io non lo cambierei con le arance.
      un Sorriso...

      Elimina
  21. Ciao sto preparando il detersivo secondo la ricetta ma non si addensa come mai ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, con i minipinner dovrebbe diventare bello cremoso! Se hai messo tutti gli ingredienti con il giusto quantitativo magari il problema è solo che i limoni sono troppo piccoli. In questo caso prova ad inserirne uno o due in più e rifrulla tutto.
      un Sorriso...

      Elimina
  22. Ciao Sorriso, sono Elena, ho fatto oggi il detersivo per i piatti e devo ammettere che il risultato è eccellente!! Grazie mille per aver condiviso le tue idee con il web.. Un abbraccio grande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena,
      mi fa veramente tanto piacere!!!
      A breve metterò qualche consiglio in più per la pulizia della casa, la maggior parte delle donne inquinano terribilmente pensando di pulire bene casa!
      un Sorriso...

      Elimina

Related Posts with Thumbnails